Diritti e Rovesci.

Durante questi giorni di religioso silenzio ho meditato su questioni vitali e sociali; in special modo sulla parità dei diritti. E ho deciso che anch’io sono per la parità dei diritti! In particolar modo per la parità dei miei diritti! Ho deciso che i miei diritti devono essere pari ai miei rovesci. La parità dei diritti, appunto.
Da come invece stanno andando le cose, su di me sembrerebbe vigere la legge dell’imparità dei rovesci (della medaglia). Ma chi decide qual è il diritto o il rovescio d’una medaglia? Io non l’ho mai capito! Prendiamo ad esempio una moneta da 2 euro. Per me il diritto è quello con su stampata la scritta “2 euro”. Mi pare la cosa più logica, ma facendo un sondaggio sono venuta a scoprire una cosa per me assai sconcertante: l’80% delle persone ha risposto che il diritto è quello con su stampata l’effige del massimo poeta, l’Alighieri.
Ne ho dedotto che non sono i rovesci ad essere i miei diritti, bensì i miei diritti ad essere dei rovesci. Ora aspettate un attimo che rimetto nel porta monete i 2 euro che sennò va a finire che la perdo; fra un dritto e un rovescio fan 4 mila lire! (rivoglio le lire!)
Insomma se i miei diritti son in realtà dei rovesci e se i rovesci son sempre rovesci per tutti, dove ca**o stanno i  miei diritti?
Mi informerò da gente che se ne intende, inizierò a scriver messive nella speranza che qualcuno mi risponda. Per i diritti domanderò a degli avvocati, che di diritto dovrebbero saperne sicuramente abbastanza; per quanto riguarda i rovesci scriverò ai maggiori tennisti e all’uomo del tempo, che dovrebbero essere esperti in materia.
Mi sono posta anche il quesito: ma un rovescio rovesciato diventa un diritto, oppure semplicemente una schifezza peggio che andar di notte? No, perchè a rovesciar cose son molto brava! Se per ottenere un diritto bastasse rovesciare un rovescio sarei a cavallo. Annoto tra “cose da verificare prossimamente”.
Ci sono cose rovesciate che non possono assolutamente venir raddrizzate. L’ho scoperto in questo preciso momento, che mi sono rovesciata il caffè addosso. Vedete? Anche un semplice caffè rovesciato, purchè mi appartenga, diventa un rovescio! Ma è mai possibile dover ricordarsi, tutte le volte che si va al bar, di chiedere un caffè diritto?
Il barista pensa sia matta (che un po’ lo sono). Conosce caffè macchiati, bassi, lunghi, corretti, freddi, shakerati… ma il caffè diritto glielo chiedo solo io (e penserà male). Quando però poi mi dimentico di chiederglielo ecco cosa mi succede. Debbo sempre specificare. Mannaggia.
Insomma, concludendo, se per ogni rovescio v’è un diritto ed io posseggo solo rovesci, vuole dire che qualcuno possiede tutti i diritti, i miei diritti.
Ladro di diritti, ti propongo uno scambio alla pari: i miei diritti per i tuoi rovesci, sennò ti denuncio.
Voglio la parità dei diritti. Crebbio!