Cosa succederà in Autunno?

Una canzone fou frou di qualche tempo fa ritornellava “L’Estate sta finendo, un anno se ne va, sto diventando grande, lo sai che non mi va”. Erano i Righera, non Bob Dylan. Eppure nei loro versetti c’era tanta filosofia; con poche paroline davano il senso del tempo che si mette a galoppare appena finisce l’Estate.

Questa Estate orribile, caldissima, ossessionante, umida, malinconica, diciamolo quasi insopportabile, forse finirà! Dico forse perché a guardare i siti meteo non ci sono ancora speranze tangibili di cambiamenti climatici a lungo termine. Arriveranno i temporali, ma sarà solo un disastro momentaneo, dopo questi primi acquazzoni tornerà la bolla africana (come sta succedendo). Sta’ bolla..du’ p….le!. Comunque, ad un certo punto finirà; troveremo un pò di refrigerio ma il fastidio del caldo verrà sostituito da altri fastidi ben più temibili!

Quali?

Il primo è il Festival di Venezia, seguito a ruota da quello di Roma; mi dispiace dirlo, ho i capelli bianchi a vedere questo copione! Sentiremo  proclami roboanti su di una serie infinita di capolavori annunciati. Poi i film verranno visti e tutto ritornerà nel grigiore di sempre.

Buone intenzioni, grande coraggio civile! Ma anche quì….due p..lle!

L’effetto Festival è devastante: per un mese, tutti i giorni, i notiziari ci parleranno di attori, finte star, registi, interviste, backstage, un’orgia di chiacchiere in libertà.

Poi il pubblico andrà a vedere i film in sala e uscendo dirà: “Prima di andare al cinema, aspetto Natale”.

Il mio potrà essere un discorso riduttivo, i Festival servono e forse qualche capolavoro ci sarà, ma io faccio del post ironico!

In autunno torneranno i reality, tornerà il balletto dei soliti visi stantii che occuperanno militarmente il video. Tornerà il calcio ossessivo, il Sabato, la Domenica, il Martedì, il Mercoledì e il Giovedì. Tornerà il Superenalotto come unica speranza esistenziale… e ahimé, con i primi freschi, riprenderanno i balletti della politica.

Sosteniamo ancora Letta? il PD?  Lo buttiamo giù? Andiamo alle elezioni? Facciamo la grande coalizione? Montezemolo scende in campo? Come si mette l’Udc con Vendola? E il Berlusca? Legge elettorale sì o no?

Scusate l’iterazione…due grandissime p…lle!!!!

Ma il peggio non sarà nemmeno la politica. il peggio sarà la vita reale! Qui si parla, si discute, si fanno ipotesi, si annunciano idee, e intanto l’Estate se ne va, noi diventiamo grandi ma invece di crescere diventiamo più piccoli. Non vedo provvedimenti strabilianti, quelli che servirebbero per rilanciare il lavoro, per rilanciare la spesa!

Ogni giorno ci sono centinaia di ragazzi che perdono il lavoro e migliaia di quasi anziani che vengono messi da parte, E in questa “orgia” di miseria annunciata si stanno arricchendo i petrolieri facendo aumentare i costi della benzina. Ciò provocherà catastrofi perché aumenteranno i prezzi di tutto… e se non si lavora come si pagano gli aumenti? Non vedo sforzi mostruosi per rilanciare la ricerca: lo sappiamo tutti e senza ricerca si diventa gli ultimi degli ultimi!

E le tasse? Ogni giorno qualcuno annuncia che verranno abbassate! Ma, uno parla e l’altro rilancia..scende l’IRPEF ma salgono le tasse comunali, regionali.

Il classico gioco delle due carte..che mi dà un assist finale per ripetere; du’ carte, du’ p..lle!!!

Ecco, questo è il  paese di Giufà!!!!

Annunci

Estate, stagione di conquiste…

E non mi riferisco solo ai nuovi Amori (anche se il periodo è propizio, il mare, le stelle, l’ormone in grande spolvero; chi è a caccia di Emozioni e cambiamenti ne approfitti).

Sono tante, molte le cose da conquistare o ri-conquistare quando la routine chiude per ferie. Il tempo, innanzitutto! Per sé, per gli altri, per quanti e tanti, nella quotidianità, vengono sempre “dopo”.  E non perché siano meno importanti, anzi, dopo il lavoro, dopo la spesa, dopo la lavatrice da scaricare, dopo il cambio di stagione e talvolta persino dopo il parrucchiere, che già di suo è piazzato (per me) in fondo alla classifica delle priorità, e però, soprattutto ad una certa età, quando ce vò ..ce vò!

Penso alle donne che lavorano come me, quelle che rincorrono il tempo o non hanno mai tempo per niente, quelle che attraversano i giorni in volata, perdendo nella velocità i dettagli, per poi accorgersi, quando si fermano (ad Agosto, per esempio) che quei dettagli sono la vita: i pargoli cresciuti, la tavola bene apparecchiata, il dvd da vedere tutti insieme sul divano senza addormentarsi ai titoli di testa.

E allora d’Estate urge ri-conquistare la famiglia, i dettagli che fanno la differenza, il senso dell’esistenza… con il cuore, anche se del resto dell’anno sembriamo altrove.

Riconquistare la libertà, di fare quello che ci va, di non rispettare i doveri, di essere irreperibili (come me, ih..ih..), una volta tanto (e basta con ‘sto cellulare) di infischiarsene di quello che dicono gli “Amici” di Facebook (tanto poi si recupera, come nelle soap), di stare scollegati, vivaddio, senza sentirsi fuori dal mondo.

E’ un diritto: usiamolo!!!!

Conquistare o riscoprire la lentezza… il dolce far niente… l’ozio… senza covare inutili e insensati sensi di colpa.
Imparare, e anche questa è una conquista, a vedere cose che normalmente ci sfuggono, a sentire odori e rumori gratuiti che sono solo un brusio in sottofondo, se non ci fai caso. Ma se ti metti in ascolto, sono il grande e fantasmagorico show della Natura, pirotecnico e gratuito, secondo solo a quello del nostro altrettanto pirotecnico mondo interiore, dal quale, è triste ammetterlo, siamo scollegati quasi sempre (per stare collegati con gli amici di Internet, pensate un pò).
Ed infine cari Amici miei, conquistare nuove Amicizie, nuovi Legami, nuove Emozioni, Noi, in questa orgia di conquiste, speriamo di conquistare un pò tutti, nella spiaggia, a casa, nei momenti di relax di regalarci ancora, senza presunzione, momenti di Gioia!Immagine