Ciao papà! 

Il grosso della vita è fatto di cose minute, cose semplici… e di cazzate. Ed è nelle cazzate, perlopiù, che le persone ti mancano dopo essersene andate. Da quando papà non c’è più avrò pensato trecento, dico trecento volte, adesso lo chiamo per dirgli: hai visto che non ho più paura del buio, ho scoperto un modo fantastico per friggere le zucchine, ricordami come si chiamava quella persona buffa che faceva il gelataio e aveva le penne a sfera con le donne nude sopra. Roba così. Ed è surreale, davvero, provare quella vertigine dolorosa dopo aver pensato delle cazzate così. Voglio dire, sembrerebbe che non ci sia proporzione. Eppure, tant’è: quelle cose minute fanno più male di tutto il resto. Forse perché siamo fatti tutti, soprattutto, di quella roba là. Roba minuta, roba semplice. 

N.H




Annunci

3 pensieri su “Ciao papà! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...