Writing is an erotic device. 

“Writing is an erotic device. The imaginary gaze of the gentle reader has no function other than to give the word a new and strange consistency. The reader is not an end; he is a means, an instrument that doubles the pleasure, in short a voyeur despite himself.” – Jean Paul Sartre, introduction to Jean Genet’s Our Lady of the Flowers 

Talvolta mi chiedevo se qualcuno, leggendo i miei vaneggiamenti, sorrideva o ne restava intimorito; oggi non me lo chiedo più avendo sospeso l’esercizio doloroso di sottopormi, benché virtualmente, all’opinione altrui. Tuttavia resta condivisibile il pensiero di Jean Paul Sartre quando afferma che ogni lettore è suo malgrado un voyeur; nel caso dei lettori di blog poi, perlomeno di quelli a dimensione intimistica, il lettore oltre a essere voyeur è anche investigatore, costretto a discernere tra vero e falso, tra psicopatici e reticenti. Perché se è innegabile che l’occhio allenato alla lettura lambisce tutto istantaneamente, il cervello deve separare le realtà mescolate e non è detto che vi riesca.
N.H 

Annunci