Cambiare visuale

È importante saper cogliere i segnali.

È importante cambiare visuale.

Guardare il mondo stesa sull’asfalto ti cambia davvero un paio di prospettive. L’urto contro l’auto è stato lieve e minimo, ma mi ha fatto perdere l’equilibrio e poi la bicicletta, questa mia cara appena battezzata, non ha airbag che si gonfiano o ali che si spiegano e quindi il volo sull’asfalto è stato una conseguenza inevitabile. Ma dall’asfalto è arrivata la risposta chiara, netta e esplicita: nulla aveva più importanza se non riuscire ad alzarmi, respirare e camminare…

Una mano maschile si è allungata e mi ha aiutato a rialzarmi e rimettimi in piedi e non so che faccia avesse, ché la paura mi offuscava la vista e la testa e non capivo se non che riuscivo ad alzarmi e a camminare, tutta storta e dolorante, ma camminavo. Esplosione di gioiasollievo e non m’importava dell’imbecille che mi aveva tagliato la strada e nemmeno di tutti i dolori che sentivo. Camminavo. Pensavo. Ragionavo. Vedevo. Parlavo. Il mondo era ancora là fermo, uguale a come era prima.

È importante cambiare la visuale.

Avrei potuto sbattere la testa sul bordo del marciapiede, che era a pochi centimetri da dove sono caduta. Avrei potuto rompermi qualche osso. Avrei potuto rimanere immobilizzata. Avrei potuto morire. Peggio ancora. Avrei potuto andare in coma.
È importante cambiare la visuale.

Ghiaccio su spalla/gomito/ginocchio e che cazzo vuoi che sia? Va bene, sorrido, rido e ringrazio.
Nelle lunghe ore passate al pronto soccorso ho continuato ad essere felice e tranquilla, anche quando mi girava la testa e il mio acufene ai massimi storici che mi sembrava di essere su una nave con il mare forza venti. E sono uscita a chiamare per tranquillizzare i pargoli e c’era una luna piena talmente grande e nitida che sembrava appesa nel cielo solo per me ed è stato come si sciogliesse quel grumo che mi portavo dentro da troppo tempo ormai, fatto di tante scorie inutili e sporche. La luna limpida nel cielo di una primavera che sa di trasformazioni e l’odore forte del cambiamento e dentro di me un caldo sentimento di pace.
È importante cambiare la visuale.

Mentre ancora parlavo con i vigili dell’imbecille che ha causato il tutto, è arrivato il figlio piccolo, con il volto duro e contratto, pronto a battersi come una belva per me. E poi è arrivata anche F. e mi sono rimasti vicini per tutte quelle stanche e lunghe ore vuote di attesa al pronto soccorso. A farmi ridere, a chiacchierare, a farmi sentire protetta e difesa, a darmi affetto a palate, ad essere con me. Che è importante. Che è stato importante, perché ha rimesso a posto qualche equilibrio. Il sentimento. L’affetto. La protezione. La responsabilità.
È importante cambiare la visuale.

N.H

Annunci

14 pensieri su “Cambiare visuale

  1. Sono prospettive che ti fanno capire che la vita va vissuta ogni istante, senza rimandare… che a guardarla dall’asfalto ha un’altro colore…
    Un grande abbraccio 😘🤗

  2. Mi è sempre piaciuta la positività che emani, l’ottimismo che ci metti nel vedere il bicchiere mezzo pieno. Dalla tua vicenda, però, mi sembra di capire che tu abbia provato una impensata e piacevole visione del mondo osservato da una posizione capovolta; che si debba capovolgere il mondo per farlo migliore? Comunque ti auguro una pronta guarigione.

    Un abbraccio e una buona domenica.

    • Grazie Vale, la guarigione sembra più lenta del previsto, nel senso che il colpo di frusta è un tormento. Comunque la visuale dopo uno spavento del genere è di Amore “cosmico”, ma poi si ridimensiona un pochetto, nel senso che passata l’adrenalina restano i difetti…

      Un abbraccio 🤗

  3. Forse dovevi semplicemente cadere a terra e fermarti per un po’.
    Avevi bisogno di capire alcune cose o di vederle da una nuova prospettiva.
    La vita trova davvero i modi più impensati per farci cambiare visuale.
    Sono contenta di sapere comunque che stai bene, anche perché chi le ammazza quelle con la testa dura come la nostra? 😊
    Ora, approfitta della situazione, e fatti coccolare un po’! ❤️😘🤗

  4. Hai festeggiato? fallo! Stappa una bottiglia di spumante e festeggia con le persone più care lo scampato pericolo. E anche la visione allargata. Perchè penso che non si tratti di cambiare visione, bensì di rendere sempre in primo piano quella più importante, la vita, la salute, gli affetti veri, visione che tendiamo ad appannare, ma che è sempre con noi.
    Lieta che tutto sia finito bene.
    🙂
    Marirò

    • Lo farò senz’altro Marirò 👍🏼… quello che è successo ha, paradossalmente, avuto su di me quello che definisco l’effetto tergicristalli che oltre a pulire ti permette di vedere chiaro. Ora vedo, bene e meglio ed è primordiale attribuire alle cose e le persone il giusto valore e peso!

      Grazie di cuore del pensiero e delle belle parole 🙏🏻😘

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...